MoveOn Italia

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere (Gandhi)

RIEQUILIBRIO DELLA PAR CONDICIO

Al Presidente della Repubblica Italiana,
agli Organi di Presidenza della RAI Radiotelevisione Italiana,
Di seguito trovate il testo della lettera di protesta dei cittadini italiani, rappresentati da alcune delle associazioni della società civile, oggi consegnata in RAI, dove viene richiesto un’immediato riequilibrio dei tempi a disposizione dei candidati alle elezioni amministrative, a seguito dello spazio non autorizzato e concesso al Presidente del Consiglio, avvenuto lo scorso 20 maggio.
Sono stati oggi sanzionati i TG del servizio pubblico e quelli di proprietà di MEDIASET dall’Autorità di Controllo AGCOM, ma i cittadini e gli utenti della RAI non ritengono sufficiente tale sanzione economica, ritenuta irrisoria di fronte all’abuso e in un contesto di campagna elettorale. Chiediamo quindi al Presidente della Repubblica, come organo supremo di garanzia, e alla Presidenza della RAI, che vengano immediatamente riequilibrati i tempi a disposizione dei candidati, a garanzia dello svolgimento di una informazione libera, trasparente ed indipendente, e a tutela di una campagna elettorale non falsificata da nessuna delle forze politiche in campo.

MoveOn Italia-La Rai ai Cittadini
Libertà e Giustizia
Popolo Viola
Articolo 21

_____________________________________

Al Presidente della RAI Dott. Galimberti,

al Direttore Generale Dott.ssa Lei

p.c. al Consiglio di Amministrazione RAI

e ai direttori delle testate del TG1, TG2, TG3 e Radio Rai

Roma, 23 maggio 2011

Oggetto: Riequilibrio dello spazio televisivo concesso alla campagna elettorale del centrodestra per le elezioni amministrative e rispetto della Legge sulla Par Condicio.

Gentile Presidente,

Gentile Direttore Generale

Pare superfluo ricordare che l’obbligo di rispettare la legge e ripristinare l’equilibrio violato grava comunque, direttamente e in primo luogo, sulle emittenti televisive. La Par Condicio, dunque la parità di condizioni che deve essere esercitata all’interno di un sistema democratico, e che quindi serve a garantire il rispetto dei diritti in primo luogo dei cittadini e degli elettori, e successivamente delle Istituzioni è stata palesemente violata dal Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi, candidato capolista nella città di Milano, nella giornata di venerdì 20 maggio, a poco più di una settimana dalla data dei ballottaggi.

L’Autorità per la Garanzia sulle Telecomunicazioni sta deliberando sulle violazioni commesse sia sulle reti di MEDIASET che quelle della RAI, servizio pubblico radiotelevisivo, ma i cittadini italiani, anche tramite le associazioni firmatarie, CHIEDONO al Presidente e al Direttore Generale, un immediato riequilibrio dello spazio concesso ai leader politici in occasione dei ballottaggi alle elezioni amministrative, a prescindere dalle decisioni che verranno prese dall’ autorità garante.

Gli elettori, e ancora di più gli abbonati al Servizio Pubblico Radiotelevisivo, hanno il diritto di vedere tutelato il rispetto delle norme, il loro diritto ad una informazione libera ed equilibrata.

Ci aspettiamo che gli organi competenti della RAI operino in tal senso, dimostrando equidistanza ed indipendenza e negando di fatto qualsiasi assoggettamento al potere di turno.

In fede,

MOVE ON ITALIA– LA RAI AI CITTADINI

LIBERTA’ E GIUSTIZIA

POPOLO VIOLA

ARTICOLO 21

La lettera è stata consegnata il 23 maggio 2011 presso la sede RAI in occasione del presidio organizzato da FNSI e USIGRAI

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 maggio 2011 da in Libertà di informazione con tag , , , , .

La Rai ai cittadini

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 39 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: